Peppina, la 95enne terremotata è stata sfrattata, non potrà morire guardando i suoi monti…

Sequestro esecutivo: la pratica è stata bloccata dal vincolo paesaggistico a San Martino di Fiastra (Macerata). Ma Giuseppina Fattori continua la sua battaglia (“Io voglio morire qui”) e se ne va in un container vicino

MACERATA – Giuseppa Fattori, la 95enne terremotata sfrattata, lascia la sua casetta in legno abusiva (il condono è bloccato dal vincolo paesaggistico) a San Martino di Fiastra (Macerata). Oggi, infatti, è scattata l’esecuzione del sequestro. L’anziana donna non andrà a stare con la figlia a Castelfidardo, ma ha deciso di stabilirsi nel vicino container, un termosifone elettrico a riscaldare l’ambiente. “È lucida e determinata – dice il genero Maurizio Borghetti -, non c’è modo di convincerla. Per ora”. Sull’abitazione in legno, Borghetti appende la targa: ‘La casetta di Peppina e Rino’ (il marito scomparso 10 anni fa). “Questa di oggi non è un’offesa a mia madre – dice la figlia Gabriella Turchetti, piangendo – ma un’offesa all’umanità intera”. Peppina “vuole morire a San Martino, accanto alla sua casa inagibile, dove ha vissuto per oltre 70 anni”.

Quel “Io voglio morire qui” pronunciato nel video con dolorosa determinazione l’aveva fatta diventare nota in tutta Italia.

Precedente Hai un cane? Hai diritto a 450 euro mensili, scopri come…